Usa, Obama critica Trump e lo paragona a bimbo ricco di fumetti

AAA/Mal
·1 minuto per la lettura

New York, 16 nov. (askanews) - L'ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha sparato a zero sul presidente Trump in un'intervista rilasciata a The Atlantic, dove ha paragonato il suo successore a "Richie Rich", un bambino ricco e multimilionario, protagonista dei fumetti di Alfred Harvey e Warren Kremer negli anni '50. "C'è l'idea che un uomo tenga fede alla sua parola, che si prenda la responsabilità, che non si lamenti, che non sia un bullo, ma che difenda i vulnerabili dai bulli", ha detto Obama nell'intervista. "Invece se sei una persona infastidita dalla correttezza e dalla correttezza politica ho pensato che il modello non sarebbe stato altro che Richie Rich - lamentarsi, mentire, non assumersi la responsabilità di nulla ", ha aggiunto. "Non credevo alla facilità con cui l'establishment repubblicano, persone che erano a Washington da molto tempo e avevano professato di credere in certi valori e norme istituzionali, avessero semplicemente ceduto", ha continuato Obama. L'ex presidente ha definito l'ex governatore repubblicano dell'Alaska, Sarah Palin, uno dei pionieri dello stesso stile politico adottato dal presidente."Attraverso la Palin, sembrava che gli spiriti oscuri tenuti ai margini del moderno Partito Repubblicano - xenofobia, anti-intellettualismo, teorie del complotto paranoiche, antipatia per i neri e i bruni - avessero trovato strada per conquistare il centro del palcoscenico", ha ribadito Obama.