Usa, ok Camera a richiesta Trump di 2.000 $ aiuti contro coronavirus

·1 minuto per la lettura
Il Campidoglio a Washington

WASHINGTON/PALM BEACH (Reuters) - La Camera dei rappresentanti statunitense a guida democratica ha approvato ieri, con 275 voti a favore contro 134 contrari, le richieste del presidente uscente Donald Trump di destinare 2.000 dollari di aiuti contro il Covid-19, rimettendo poi la misura al Senato a guida repubblicana, dove l'esito appare più incerto.

Tuttavia, sebbene i Democratici abbiano aiutato Trump ad ottenere quanto desiderato relativamente alle misure di stimolo, hanno lanciato, qualche momento dopo, una votazione per annullare il veto di Trump su una legge separata per la difesa del valore di 740 miliardi di dollari.

Se passasse al Senato questa settimana si tratterebbe della prima volta in cui, a poche settimane all'addio alla Casa Bianca, verrebbe superato un veto di Trump.

La scorsa settimana Trump aveva minacciato di bloccare un ingente pacchetto di misure di stimolo contro la pandemia e la legge finanziaria se il Congresso non avesse incrementato gli aiuti da 600 a 2.000 dollari e tagliato altre spese.

Il presidente è poi tornato sui suoi passi domenica mentre si profilava un possibile shutdown del governo federale, a causa degli scontri con i deputati.

Ma i deputati Dem avevano a lungo desiderato aiuti più sostanziali e hanno utilizzato un raro punto di incontro con Trump per avanzare la proposta -- o almeno per far dichiarare pubblicamente ai Repubblicani di essere contrari alle misure -- nel voto di ieri, a meno di un mese dalla fine della presidenza Trump.

(Tradotto da Redazione Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)