Usa-Onu, Pompeo e Guterres discutono al telefono di Iran e Libia -2-

Fco

Roma, 10 giu. (askanews) - Il presidente iraniano Hassan Rohani ha dichiarato che le autorit iraniane si aspettano che la Russia e la Cina respingano i tentativi degli Stati Uniti di estendere l'embargo delle armi delle Nazioni Unite contro Teheran. La scorsa settimana, il rappresentante degli Stati Uniti presso le Nazioni Unite, Kelly Craft, ha annunciato che gli Stati Uniti avevano inviato alla Russia una bozza di risoluzione del Consiglio di sicurezza sulla proroga dell'embargo sulle armi contro l'Iran. Il rappresentante della Florida Greg Steube ha dichiarato ieri che i repubblicani del Congresso degli Stati Uniti stavano pianificando di lanciare nuove sanzioni contro Teheran legate alla scadenza dell'embargo sulle armi a ottobre.

Nel 2015 l'Iran ha firmato il Piano d'azione congiunto globale (Jcopa) con Cina, Francia, Germania, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, Germania e Unione Europea. Ha richiesto all'Iran di ridimensionare il suo programma nucleare e di ridimensionare gravemente le sue riserve di uranio in cambio di misure sanitarie, tra cui la revoca dell'embargo sulle armi cinque anni dopo l'adozione dell'accordo. Nel 2018, gli Stati Uniti hanno abbandonato la loro posizione conciliante sull'Iran, ritirandosi dal Jcpoa e attuando rigide politiche contro Teheran.