Usa, Pence: cure per coronavirus forse disponibili entro l’estate

Usa, Pence: cure per coronavirus forse disponibili entro l’estate

Roma, 3 mar. (askanews) – Negli Stati Uniti altre quattro persone sono morte per il coronavirus portando a sei i decessi nello Stato di Washington, dove nello scorso fine settimana è stato proclamato lo stato di emergenza. Un centinaio i contagi segnalati anche se il vicepresidente americano Mike Pence ha assicurato che “il rischio per gli Stati Uniti resta basso”.

Dopo aver incontrato insieme al presidente Donald Trump le aziende farmaceutiche, Pence ha annunciato: “Un vaccino potrebbe essere clinicamente testato nelle prossime sei settimane. La natura delle sperimentazioni, come ci hanno spiegato gli esperti, è tale che il vaccino potrebbe non essere disponibile fino alla fine di quest’anno o all’inizio del prossimo, ma i trattamenti terapeutici per dare sollievo alle persone che contraggono il virus potrebbero davvero essere disponibili entro l’estate o a inizio autunno”.

Pence, che coordina la risposta del governo Usa all’emergenza Covid-19 ha inoltre spiegato le nuove misure che saranno adottate per contrastare il virus nel Paese: gli Stati Uniti attueranno nelle prossime ore il 100% dei controlli su tutti i voli diretti che arrivano da Italia e Corea del Sud, i paesi con maggior numero di contagi dopo la Cina.