Usa: pil primo trim. a +6,4% e Wall Street festeggia

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Washington, 29 apr. – (Adnkronos/Dpa) – Seduta in aumento per i principali indici di Wall Street, che restano vicino ai massimi di sempre, sulla scia dell'entusiasmo per i dati preliminari del Pil Usa nel primo trimestre 2021 che, dopo il +4,3% registrato negli ultimi tre mesi del 2020, vedono un'accelerazione della ripresa a +6,4% un dato che in pratica conferma le stime degli analisti e riavvicina nettamente il Pil Usa ai livelli pre-pandemici. Come sottolinea Paul Ashworth, capo economista Usa di Capital Economics, con la crescita del primo trimestre resta solo 1 punto di Pil da recuperare per tornare ai valori nell'ultimo trimestre del 2019. E non solo l'economia americana "recupererà quel livello nel secondo trimestre ma, con il ritmo di crescita che ci aspettiamo, qualsiasi residuo 'ritardo' dovrebbe essere eliminato prima della fine di quest'anno", ha aggiunto Ashworth.

A spingere la crescita Usa è stato un aumento concreto della spesa per consumi, sostenuto dal doppio pacchetto di stimoli varati da Washington. La spesa dei consumatori è aumentata del 10,7% nel primo trimestre, dopo il +2,3% nel quarto trimestre 2020.

Ma come ha sottolineato il Dipartimento del Commercio la ripresa riflette anche gli aumenti degli investimenti fissi sull'immobiliare e della spesa pubblica, sia federale che statale e locale. Il rapporto ha anche mostrato una accelerazione dei prezzi al consumo di base, che escludono quelli di cibo ed energia, aumentati del 2,3% nel primo trimestre, dopo il +1,3% nel quarto trimestre dello scorso anno.