Usa plaudono all’accordo dell’acqua tra Israele e Giordania

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 9 lug. (askanews) - "Passi tangibili che aumentano la prosperità per tutti e promuovono la stabilità regionale". Gli Stati Uniti accolgono con favore l'annuncio che Israele e il Regno di Giordania hanno avviato accordi commerciali che rafforzano la cooperazione civile tra i due Paesi e "sosterranno il popolo palestinese consentendo un aumento degli scambi tra la Giordania e la Cisgiordania". Così Ned Price, portavoce del Dipartimento di Stato Usa.

La scorsa settimana secondo indiscrezioni di stampa, il premier israeliano Naftali Bennett ha incontrato segretamente re Abdallah di Giordania nel palazzo ad Amman per concludere accordi che riguardano anche la vendita di acqua al regno.

Secondo la dichiarazione del portavoce Price, "questi accordi miglioreranno l'accesso della Giordania all'acqua dolce, di ulteriori 50 milioni di metri cubi quest'anno, e consentiranno alle esportazioni giordane in Cisgiordania di passare da 160 milioni di dollari di un anno fa, a circa 700 milioni di dollari".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli