Usa, poliziotto spara e uccide adolescente afroamericana

Lorenzo Santucci
·Contributor
·1 minuto per la lettura
COLUMBUS, OH - APRIL 20: Black Lives Matter activist holds a sign against police brutality in front of the Ohio Statehouse in reaction to the shooting of Makiyah Bryant on April 20, 2021 in Columbus, Ohio. Columbus Police Shot and killed Makiyah Bryant, 16 years old, on April 20, 2021 sparking outrage from the community. (Photo by Stephen Zenner/Getty Images) (Photo: Stephen Zenner via Getty Images)
COLUMBUS, OH - APRIL 20: Black Lives Matter activist holds a sign against police brutality in front of the Ohio Statehouse in reaction to the shooting of Makiyah Bryant on April 20, 2021 in Columbus, Ohio. Columbus Police Shot and killed Makiyah Bryant, 16 years old, on April 20, 2021 sparking outrage from the community. (Photo by Stephen Zenner/Getty Images) (Photo: Stephen Zenner via Getty Images)

Un agente di polizia dell’Ohio ha ucciso a colpi di arma da fuoco un’adolescente afroamericana di sedici anni, identificata come Ma’Khia Bryantmentre, mentre rispondeva a un tentativo di accoltellamento. Secondo il quotidiano locale Columbus Dispatch, la sparatoria è avvenuta nella capitale dello stato Columbus alle 16:45 di ieri ora locale ed è stata testimoniata da un video.

Le immagini mostrano un gruppo di giovani in piedi lungo un vialetto. Secondo la ricostruzione della zia della sedicenne, Bryant avrebbe litigato con una coetanea, seduta su un cofano di un’auto, e aveva in mano un coltello che avrebbe lasciato cadere a terra prima che il poliziotto le sparasse per quattro volte uccidendola. Immediata la reazione della comunità, con una folla inferocita che si è radunata sulla scena, hanno riferito i media statunitensi. Circa cinquanta persone si sono radunate verso le 20.30 dove la ragazza è stata uccisa e di fronte alla centrale di polizia, con cartelli di Black Lives Matter. L’episodio è accaduto una ventina di minuti prima che il tribunale di Minneapolis giudicasse l’agente Derek Chauvin colpevole dell’omicidio di George Floyd.

″È un giorno tragico nella città di Columbus. È una situazione orribile e straziante”, ha affermato il sindaco Andrew J. Ginther, che ha tenuto a sottolineare l’importanza del video, seppur parziale, per testimoniare l’accaduto. Il capo della polizia ad interim di Columbus, Michael Woods, ha precisato come gli agenti possano rispondere nel momento in cui devono proteggere se stessi o terze persone. Al momento, le indagini sono ancora in corsa per chiare se il poliziotto abbia agito per legittima difesa o meno.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.