Usa, premier australiano minimizza telefonata con Trump

Ihr

Roma, 2 ott. (askanews) - Il primo ministro australiano ha minimizzato la portata di una conversazione telefonica con Donald Trump in cui gli ha chiesto di aiutarlo a trovare delle prove per screditare le indagini del procuratore speciale Robert Mueller sull'interferenza russa nella campagna presidenziale del 2016.

Scott Morrison ha definito la telefonata "breve e ordinaria", affermando che il presidente degli Stati Uniti gli ha semplicemente chiesto di stabilire un "punto di contatto" all'interno del governo australiano per delle prove che Trump spererebbe screditino le accuse di ingerenza russa nella sua campagna. (Segue)