Biden promette aiuti ai palestinesi per 100 milioni di dollari

Una visita tanto attesa quanto delicata. Quella del presidente statunitense Joe Biden a Betlemme, in Cisgiordania, per il faccia a faccia con il leader dell’Autorità Nazionale Palestinese (Anp), Mahmoud Abbas. 3000 agenti di sicurezza sono stati dislocati in città per garantire l’ordine pubblico.

Si tratta della prima tappa del tour in Medio Oriente di Biden, a seguire il viaggio in Arabia Saudita. Al centro dei colloqui con Abbas le forme di sostegno economico che gli Stati Uniti sono disposti ad indirizzare al popolo palestinese, si parla di finanziamenti agli ospedali di Gerusalemme Est e al servizio sanitario locale.

Fonti locali riferiscono anche della possibilità di sviluppare il 4G, la rete di telecomunicazioni di quarta generazione in questa zona. Misure che, secondo i media, potrebbero diventare possibili grazie agli aiuti per 100 milioni di dollari promessi dal leader della Casa Bianca.

Un segnale che infonde speranza nel popolo palestinese mentre l’attenzione è puntata sul conflitto con Israele e sulle tensioni nei territori.

La visita in Israele

E' l'Iran il punto focale dell'agenda di Biden in Israele. Il presidente degli Stati Uniti condivide i timori del capo dell'esecutivo israeliano sul pericolo dell'escalation nucleare iraniana.

"Continuo a credere che la diplomazia sia il modo migliore per raggiungere questo risultato. Continueremo a lavorare con Israele per contrastare le altre minacce dell'Iran in tutta la regione, tra cui il sostegno al terrorismo e il programma di missili balistici che continua, e la proliferazione di armi a terroristi ", ha dichiarato Biden.

Successivamente, il leader della Casa Bianca ha incontrato il suo omologo israeliano Isaac Herzog che lo ha premiato con la Medaglia d'Onore Presidenziale ("per la sua vera amicizia con lo Stato di Israele, il popolo israeliano e il popolo ebraico"). Il presidente degli Stati Uniti ha ribadito anche in questo contesto il suo impegno per la sicurezza di Israele.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli