Usa, raffica battute di Obama a cena gala corrispondenti Casa Bianca

Washington (Usa), 29 apr. (LaPresse/AP) - Battute a raffica di Barack Obama alla tradizionale cena di gala con i corrispondenti stranieri alla Casa Bianca, alla quale hanno partecipato anche star del cinema come gli attori George Clooney e Lindsay Lohan e il regista Steven Spielberg. Il presidente Usa ha ironizzato su tutti i temi caldi del dibattito politico e non, dallo scandalo sul giro di prostituzione per i suoi agenti segreti in Colombia alle foto di Hillary Clinton sorpresa in danze scatenate a Cartagena, al front-runner repubblicano per le elezioni 2012 Mitt Romney. "Entrambi pensiamo che le nostre mogli siano la metà migliore di noi", ha detto Obama evidenziando un punto in comune con Romney. "Poi entrambi abbiamo lauree ad Harvard: io una e lui due, com'è snob!", ha poi proseguito fra le risate del pubblico.

CLINTON UBRIACA E SCANDALO SQUILLO. Dopo essere salito sul palco con un presunto 'hot mic', ironizzando sul fuori onda fra lui e il presidente russo Dmitry Medvedev catturato il mese scorso, Obama ha ricordato le primarie democratiche del 2008. Quattro anni fa, ha detto il presidente Usa, ero preso dalla corsa contro Hillary Clinton, ora segretario di Stato. "Non riesce a smettere di mandarmi messaggi ubriaca da Cartagena", ha scherzato Obama riferendosi al recente viaggio al Summit delle Americhe in Colombia, dove la Clinton è stata fotografata in un locale mentre beveva una birra e ballava. Poi un cenno allo scandalo delle squillo. "Ora devo riportare gli agenti segreti a casa in tempo per il loro nuovo coprifuoco", ha detto Obama.

LA SIRIA E IL RAID DI BIN LADEN. Non sono mancati i momenti seri nel corso della serata. Obama ha voluto ricordare il giornalista del New York Times Anthony Shadid, morto in Siria per un attacco d'asma, e la corrispondente del Sunday Times Marie Colvin, morta durante i bombardamenti a Homs. "Non dimentichiamo mai che il nostro Paese dipende dal fatto che voi ci aiutate a proteggere la nostra libertà, la nostra democrazia e il nostro modo di vivere", ha detto Obama rivolgendosi ai reporter. L'inquilino della Casa Bianca ha poi ricordato la cena di gala dell'anno scorso, che avveniva mentre i Navy SEALS erano stati inviati a catturare Osama bin Laden. "L'anno scorso a quest'ora, facevamo giustizia con uno degli individui più noti al mondo", ha detto Obama riferendosi all'ex leader di al-Qaeda ucciso durante il raid di maggio 2011 nel suo covo ad Abbottabad, in Pakistan.

Durante la cena, alla quale per tradizione hanno partecipato tutti i presidenti Usa da Calvin Coolidge in poi, è stato reso omaggio a molti giornalisti. Fra loro anche Matt Apuzzo, Adam Goldman, Eileen Sullivan e Chris Hawley di Associated Press, insigniti del premio Edgar A. Poe e del Pulitzer per le indagini relative al programma di sorveglianza dei musulmani da parte del New York City Police Department dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001.

Ricerca

Le notizie del giorno