Usa, ragazzi tra 12 e 15 anni potrebbero iniziare giovedì vaccinazioni contro Covid-19

·1 minuto per la lettura
Un camionista viene vaccinato contro il Covid-19 in una stazione di servizio vicino a Drayton

(Reuters) - Le autorità di regolazione per i farmaci degli Stati Uniti hanno autorizzato il vaccino contro il Covid-19 di Pfizer e BioNTech per l'uso sui minori dai 12 anni in su, aggiungendo che questi potrebbero iniziare a ricevere le prime dosi già giovedì.

La decisione rappresenta una nuova spinta per il programma di inoculazione del Paese, dopo che il tasso di vaccinazione ha rallentato in modo significativo.

Questo è il primo vaccino contro il Covid-19 ad essere autorizzato negli Stati Uniti dai 12 ai 15 anni. Vaccinare le fasce di età più giovani è considerato un passo importante per far tornare i bambini a scuola in sicurezza. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha chiesto agli Stati di rendere immediatamente disponibile il vaccino agli adolescenti più giovani.

Biden ha rilasciato una dichiarazione in cui ha accolto con favore l'autorizzazione, definendola "uno sviluppo promettente nella lotta contro il virus".

"Per i genitori che vogliono proteggere i propri figli, o gli adolescenti che sono interessati a farsi vaccinare, la decisione di oggi è un passo che avvicina a questo obiettivo", ha detto il presidente.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli