Usa, in Virginia governatore repubblicano, democratico Adams nuovo sindaco NY

·2 minuto per la lettura
Il Repubblicano Glenn Youngkin durante una conferenza stampa dopo aver vinto le elezioni governative in Virginia

di Joseph Ax e Gabriella Borter e Jason Lange

FAIRFAX, Virginia (Reuters) - Il repubblicano Glenn Youngkin ha vinto nelle elezioni governative in Virginia e un secondo repubblicano è vicino alla vittoria in New Jersey, un segnale preoccupante per i Democratici e per il presidente Usa Joe Biden in vista delle elezioni del Congresso nel 2022.

I partito del presidente mantiene invece il governo della città di New York dove il democratico 61enne Eric Adams succederà da gennaio al Bill de Blasio, che ha raggiunto il limite di mandato dopo otto anni alla guida della città.

Adams sarà il secondo sindaco nero della Grande Mela dopo aver sconfitto il repubblicano Curtis Sliwa.

Youngkin, ex dirigente di private equity emerso tra i favoriti nei sondaggi solo nelle ultime settimane di campagna elettorale, ha sconfitto l'ex governatore democratico Terry McAuliffe, in base alle proiezioni di Cnn e Nbc.

Non avendo mai ricoperto una carica politica, Youngkin si è presentato come un outsider, attirando gli elettori suburbani attraverso questioni delicate, come la discussione del razzismo a scuola e l'obbligo dell'uso di maschere contro il Covid-19.

Nel New Jersey, dove la corsa elettorale è più contesa del prevista, il repubblicano Jack Ciattarelli è in leggero vantaggio rispetto al governatore democratico uscente Phil Murphy, dopo lo spoglio di circa l'80% dei voti, anche se alcune sedi tipicamente democratiche stanno ancora scrutinando le schede.

I risultati nei due stati, vinti facilmente da Biden nelle elezioni dello scorso anno contro Donald Trump, rappresentano un segnale preoccupante per i Democratici in vista delle elezioni di metà mandato del 2022, che decideranno il controllo del Congresso statunitense – e di conseguenza, il futuro dell'agenda di Biden.

I sondaggi precedenti al giorno del voto hanno mostrato Youngkin colmare il divario con McAuliffe, attirando gli elettori indipendenti - un gruppo distante dal controverso stile politico di Trump nel 2020, riconquistati dalle maniere più congeniali di Youngkin - nonostante i tentativi di McAuliffe di associare lo sfidante repubblicano all'ex presidente.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli