Usa-Russia, atteso colloquio Blinken-Lavrov a Reykjavik puntando a vertice presidenziale

·1 minuto per la lettura
Una bandiera russa e una bandiera statunitense vicino a una fabbrica a Vsevolozhsk

REYKJAVIK/MOSCA (Reuters) - Il Segretario di Stato Usa Antony Blinken e il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov dovrebbero avere un colloquio questa sera, nel quadro di un tentativo di giungere a un vertice presidenziale malgrado le complicate relazioni tra i due ex-nemici della Guerra Fredda.

Le trattative faccia a faccia a margine di una riunione di otto ministri degli Esteri a Reykjavik saranno il meeting di più alto livello da quando il presidente Usa Joe Biden è entrato in carica a gennaio.

Le relazioni tra i due Stati sono ai minimi termini da marzo, quando Biden dichiarò di considerare Putin un "assassino", spingendo Mosca a richiamare immediatamente il suo ambasciatore a Washington per consultazioni. Il diplomatico russo non è ancora ritornato negli Usa.

Washington ha successivamente imposto sanzioni ed espulso diplomatici russi per attività "in malafede" negate da Mosca, che ha risposto in modo simile. La Russia ha successivamente proibito all'ambasciata Usa di assumere personale locale.

Date le premesse non incoraggianti, è probabile che i risultati immediati dell'incontro tra Blinken e Lavrov siano modesti, anche se potrebbero essere il preludio a un incontro tra Biden e Putin il mese prossimo.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)