Usa, scagionati dopo 55 anni due condannati per l'omicidio di Malcolm X

·1 minuto per la lettura
UNITED STATES - JANUARY 07:  A detective talks to Black muslims William Gaines (left), Thomas 15X Johnson (center), and Norman 3X Butler (right) at the Bathgate Ave. police station in conjunction with the killing of Ben Brown.  (Photo by Ossie LeViness/NY Daily News Archive via Getty Images) (Photo: New York Daily News Archive via Getty Images)
UNITED STATES - JANUARY 07: A detective talks to Black muslims William Gaines (left), Thomas 15X Johnson (center), and Norman 3X Butler (right) at the Bathgate Ave. police station in conjunction with the killing of Ben Brown. (Photo by Ossie LeViness/NY Daily News Archive via Getty Images) (Photo: New York Daily News Archive via Getty Images)

Due degli uomini condannati nel 1966 per l’assassinio di Malcolm X saranno scagionati. Lo hanno annunciato, secondo quanto riporta il New York Times, il procuratore distrettuale di Manhattan e gli avvocati dei due uomini, Muhammad A. Aziz e Khalil Islam. Un fatto che riscrive la storia e rappresenta un notevole riconoscimento dei gravi errori commessi nell’inchiesta per l’omicidio nel 1965 di uno dei leader neri più influenti d’America nella lotta contro il razzismo.

Un’indagine di 22 mesi condotta congiuntamente dall’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan e dagli avvocati dei due uomini ha scoperto che i pubblici ministeri, Fbi e il Dipartimento di polizia di New York avevano trattenuto prove chiave che avrebbero probabilmente portato all’assoluzione dei due uomini.

Conosciuti all’epoca dell’omicidio come Norman 3X Butler e Thomas 15X Johnson, hanno trascorso decenni in prigione per l’omicidio del 21 febbraio 1965, in cui tre uomini hanno aperto il fuoco all’interno di una sala da ballo all’Audubon Ballroom di Manhattan mentre Malcolm X stava iniziando a parlare.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli