Usa, i senatori democratici contro la candidatura di... -2-

A24/Pca

New York, 5 nov. (askanews) - Alcuni democratici, scrive The Hill, sono indignati dal fatto che Kennedy stia sprecando delle risorse del partito per una battaglia interna, approfittando del suo cognome; Markey, invece, si è guadagnato l'ammirazione dei suoi colleghi per la sua lunga carriera politica, cominciata alla Camera del Massachusetts.

Nella sfida tra il figlio di un lattaio e un membro della dinastia politica più famosa degli Stati Uniti, il partito ha scelto il primo. "Joe Kennedy non sta correndo contro Markey perché sono in contrasto politico [...] e l'unica ragione per cui Kennedy ha la possibilità di correre ed essere un serio rivale è perché il suo cognome è Kennedy"; Kennedy "considera questa candidatura come un passo nel processo verso la presidenza" ha commentato un senatore, rimasto anonimo, a The Hill.

Secondo un sondaggio della Suffolk University, Kennedy è in testa alle primarie democratiche del prossimo anno, a cui partecipano ufficialmente, al momento, quattro candidati, con nove punti di vantaggio su Markey; in uno scontro a due con il senatore in carica, è dato in vantaggio di 14 punti.