Usa, si arrende dopo 5 ore fan Trump con bomba in auto a Washington

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ago. (askanews) - Si è arreso l'uomo che per cinque ore ha tenuto con il fiato sospeso il Campidoglio a Washington minacciando di far saltare in aria una bomba composta da tannerite, un esplosivo a medio-alto potenziale a base di nitrato di ammonio, tipico degli ordigni fatti in casa.

Il 49enne Ray Roseberry, sostenitore dell'ex presidente Trump, è stato arrestato dopo aver negoziato per ore con la polizia dal suo pick-up nero chiedendo raid in Afghanistan per "dare un calcio nel sedere ai talebani" e chiedendo anche di incontrare il presidente Joe Biden. Il Campidoglio, la Corte suprema, la Biblioteca e il Congresso sono stati evacuati per sicurezza.

Stamattina, dopo aver parcheggiato la sua auto accanto alla Biblioteca, l'uomo ha chiamato la polizia dicendo di avere una bomba e poi ha iniziato una diretta su Facebook che è stata rimossa in cui ha fatto le sue richieste.

Roseberry ha chiesto che gli Stati uniti bombardino l'Afghanistan dove migliaia sono ancora in attesa di essere evacuati dopo la decisione sul ritiro del contingente. "Viviamo in un Paese libero - ha detto nella diretta - Joe se vuoi uccidermi è una tua scelta. Se vuoi spararmi e far saltare in aria uno o due isolati...la scatola è piena. Nitrato di ammonio. Non voglio morire Joe, voglio andare a casa" esattamente "come le persone in Afghanistan" le cui vite "sono nelle tue mani".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli