USA, si pagherà la spunta blu su Twitter

Tante le novità, e non tutte piacevoli per gli utenti, dopo l’acquisto di Twitter da parte di **Elon Musk.**Oltre al taglio del 25% dei dipendenti, il magnate del social network ha in progetto di addebitare un costo per la verifica dell'account che potrebbe costare fino a 8 dollari al mese. Certo sempre meno dei 20 dollari previsti all’inizio. Si tratta di profili che rispettano alcune caratteristiche e appartenenti a istituzioni governative, personaggi pubblici o creatori di contenuti particolarmente influenti.

Al momento, agli utenti di Twitter è possibile, per un costo di circa cinque dollari mensili, abbonarsi a Twitter Blue, una versione potenziata che offre accesso a funzioni premium, come la possibilità di leggere i thread come articoli o di visualizzare un’anteprima dei tweet prima di inviarli. La nuova versione di Twitter Blue includerebbe anche la verifica dell’account.

Tutti gli utenti che desiderano mantenere il proprio profilo verificato dovranno quindi abbonarsi e pagare la quota prevista, entro un termine massimo di novanta giorni. La nuova funzionalità dovrà essere lanciata entro il 7 novembre.

Secondo quanto ha twittato Musk “tutto il processo di verifica degli account si sta rinnovando”. Obiettivo ancora una volta la lotta agli account fake e ai bot sulla piattaforma. Il patron di Tesla intanto, nella sua campagna di rinnovamento di Twitter, ha iniziato con il licenziare l’amministratore delegato, Parag Agrawal, e un buona fetta dei vertici aziendali. Le novità non finiscono qui.