Usa, tenta il salto record con al moto. muore a 28 anni stuntman

·2 minuto per la lettura
pilota motocross morto usa
pilota motocross morto usa

Negli Usa è morto Alex Harvill, famoso stuntman e pilota di motocross, in seguito a uno schianto mentre cercava di stabilire il nuov recor dmondiale di slato in lungo. Sarà condotta un’autopsia per certificare le cause del decesso del 28enne americano.

Usa, pilota motocross morto: voleva fare record mondiale

Lo scorso giovedì 17 giugno a Washington (Usa) Alex Harvill, famoso pilota di motocross e stuntman professionista è morto dopo essersi schiantato mentre cercava di stabilire il nuovo record mondiale di salto in lungo.

Il 28enne americano si è lanciato da una rampa di circa 351 piedi (ossia 106 metri) presso il Moses Lake Airshow della città, ma qualcosa dev’essere andato storto, ed è finito a terra, colpendo con violenza il terreno a se sottostante.

Secondo un filmato ripreso da uno degli spettatori (che per privacy non possiamo mostrare) sembra che Alex sia stato scaraventato dalla moto, e in quel momento abbia perso il casco, sbattendo quindi la testa nell’impatto a terra.

Morto pilota di motocross negli Usa: prevista l’autopsia

L’ufficio della Contea di Grant ha confermato come l’incidente abbia provocato il decesso di Harvill. Tuttavia rimangono ancora sconosciute le cause che avrebbero scatenato la perdita del controllo della moto.

Per questo motivo, nella giornata di oggi sabato 19 giugno sarà condotta un‘autopsia sul corpo del pilota per determinare le cause e le modalità del suo decesso.

Intanto l’airshow ha fatto sapere che donerà i proventi dello spettacolo alla famiglia di Alex Harvill. “Le nostre più sentite condoglianze vanno alla famiglia, agli amici e alle persone care ad Alex”, così ha commentato l’ufficio dello sceriffo.

Usa, pilota di motocross morto: ossessionato dal record

Originario di Ephrata, Washington, Alex Harvill dal 2008 stava cercando di superare il record del mondo stabilito dal motociclista australiano Robbie Maddison.

Appena 19enne, il 12 maggio 2021 Alex riuscì con la sua Honda a saltare la bellezza di 425 piedi (129, 45 metri circa). Già allora però corse qualche rischio, dato che per staccarsi dalla rampa in tempo dovette raggiungere la velocità di 175km/h. Da allora però la sua forza di volontà lo spinse a prepararsi per il salto definitivo che lo avrebbe consacrato tra i più grandi.

Tanto l’affetto mostrato sui social per la famiglia di Alex, tra cui il messaggio di cordoglio proprio di Maddison: “Sono sconvolto, il mio cuore è devastato“, così ha scritto in un post.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli