Usa tentarono di uccidere un secondo alto ufficiale iraniano 3 gennaio

Ihr

Roma, 10 gen. (askanews) - Gli Stati Unuiti hanno tentato senza successo di uccidere un secondo alto ufficiale iraniano lo stesso giorno, il 3 gennaio, in cui hanno assassinato il generale Qasem Soleimani. Lo scrive il New York Times.

Obiettivo del fallito attacco avvenuto in Yemen era Abdul Reza Shahlai, un ufficiale della Forza Quds, corpo d'elite dei Guardiani della Rivoluzione, e finanziatore di primo piano per conto dell'Iran delle guerre per procura, afferma il giornale.