USA, Timothy Weah sulle orme di papà George: tripletta nel Mondiale U17

Già astro nascente del Paris Saint-Germain, Timothy Weah comincia a farsi vedere anche con gli Stati Uniti: tripletta e qualificazione ai quarti.

Se il padre George è per la seconda volta in corsa per il ruolo di presidente della Liberia (in ballottaggio con Boakai), Timothy Weah sta cominciando ad affacciarsi al grande calcio a suon di goal.

Attaccante degli Stati Uniti, di proprietà del Paris Saint-Germain, classe 2000, sembra seguire le orme del padre con grande convinzione e talento. Nei Mondiali Under 17, che si stanno disputando in India, Weah è stato protagonista negli ottavi di finale tra USA e Paraguay.

Anche grazie ad una sua tripletta, infatti, gli Stati Uniti si sono qualificati per i quarti, battendo i pari età del Paraguay con il punteggio di 5-0. Timothy Weah è stato straripante, quasi un fuori età per gli avversari, che non ci hanno capito niente. 

Un fisico imponente (185 cm) ed una velocità che fa male: insomma, quasi una fotocopia del padre. E come George ama svariare su tutto il fronte d'attacco: di solito parte dalla fascia sinistra per poi accentrarsi, ma sta cominciando a giocare con regolarità anche da prima punta.

Ed il Paris Saint-Germain se lo coccola. Timothy ha già firmato in estate il suo primo contratto da professionista, legandosi al club parigino fino al 30 giugno il 2020. Presto forse lo vedremo in Ligue 1, ma una cosa è certa: se saprà reggere il peso di quel cognome, sentiremo parlare a lungo di un nuovo Weah.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità