Usa, tre donne italiane nominate nell'American Academy of Arts and Sciences

(Adnkronos) - Tre italiane, Cristina M. Alberini, Alessandra Lanzara, M. Emanuela Scribano, sono tra le 268 personalità appena nominate nell'American Academy of Arts and Sciences, la prestigiosa Accademia americana, fondata nel 1780, che imprime la direzione della ricerca e l'analisi nella scienza politica tecnologica, nella sicurezza globale, negli affari internazionali, politiche sociali, istruzione, arti, studi umanistici. Si tratta di "un onore indice dell'alta considerazione prestata dai leader di ciascuna area di appartenenza dei nominati e di tutta la Nazione" verso i neo-accademici eletti, si legge nella lettera inviata dal presidente dell'Academy David W. Oxtoby e dal capo del Consiglio di amministrazione Nancy C. Andrews ai nuovi membri.

Le tre donne, scelte ed invitate ad unirsi tra gli accademici di uno dei centri più importanti al mondo per gli studi multidisciplinari sui nuovi problemi emergenti e complessi, provengono da centri di eccellenza ed esperienze disparate: Cristina M. Albertini, nominata per le neuroscienze, proviene dalla New York University; Alessandra Lanzara, è professore ordinario di fisica all'Università di California - Berkeley; Emanuela Scribano è stata selezionata nella sezione Filosofia e studi religiosi all'Università 'Ca Foscari a Venezia.

Dovranno aderire all'Accademia attraverso una lettera d'accettazione formale, che entrerà nello scrigno dove sono custodite le adesioni di membri presenti e passati che hanno fatto la storia. Tra questi John Adams, Benjamin Franklin, Alexander Hamilton, che furono tra i fondatori dell'Accademia; oltre 200 premi nobili e personaggi del calibro di John F. Kennedy, Mr Luther King, Madeline Albright, Winston Churchill, Albert Einstein e Nelson Mandela.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli