Usa, Trump: abbattuto drone iraniano nello stretto di Hormuz -2-

A24/Spa

New York, 18 lug. (askanews) - Trump ha affermato che la nave d'assalto Boxer "ha compiuto un'azione difensiva contro un drone iraniano che si era avvicinato tantissimo, circa 900 metri, ignorando inviti molteplici ad allontanarsi".

Trump ha chiarito che "il drone è stato immediatamente distrutto". E ha aggiunto: "Questa è l'ultima di molte azioni provocatorie e ostili dell'Iran contro nabvi che operano in acque internazionali. Gli Usa si riservano il diritto di difendere il proprio personale, le strutture e gli interessi".

Sale di conseguenza la tensione nel Golfo Persico, dove domenica l'Iran ha sequestrato una nave straniera accusata di trasportare petrolio iraniano di contrabbando. Washington ne ha chiesto il rilascio. Ieri in una intervista a Bloomberg, il ministro iraniano degli Esteri, Mohammad Javad Zarif, aveva dichiarato che Teheran potrebbe chiudere lo stretto di Hormuz ma non intende farlo.

Il 20 giugno scorso l'Iran aveva abbattuto un drone statunitense sostenendo che si trovava nel suo spazio aereo (tesi respinta da Washington, secondo cui volava in quello internazionale). Il giorno successivo Trump aveva spiegato che gli Stati Uniti nella notte precedente erano pronti a colpire obiettivi strategici di Teheran ma poi lui aveva ordinato un alt all'ultimo minuto: "La scorsa notte eravamo armati e carichi per una ritorsione su tre differenti siti quando ho chiesto quante persone sarebbero morte. 150 Sir, è stata la risposta di un generale. 10 minuti prima dell'attacco l'ho fermato".

Parlando dalla Casa Bianca, Trump è tornato oggi a fare pressing "su altre nazioni affinché proteggano le loro navi che passano attraverso lo stretto", un crocevia strategico da cui passa un quarto del petrolio mondiale.