Usa, Trump attacca Pelosi e le assicura: "Perderai di nuovo" -2-

A24/Pca

New York, 23 dic. (askanews) - Mercoledì 18 dicembre, 230 deputati hanno votato a favore dell'impeachment di Trump per abuso di potere e 229 per intralcio al Congresso; contro il primo articolo di impeachment, hanno votato due democratici, a cui se n'è aggiunto un altro contro il secondo articolo; Tulsi Gabbard, deputata delle Hawaii e candidata alle primarie democratiche per le presidenziali, ha deciso invece di votare i due articoli rispondendo "presente". Nessun repubblicano ha votato per l'impeachment.

Trump sarà il terzo presidente a subire un processo, dopo Andrew Johnson (1868) e Bill Clinton (1999); entrambi i presidenti furono assolti. Richard Nixon, nel 1974, si dimise - primo e unico presidente a farlo - prima che la Camera votasse il suo impeachment.

La Costituzione richiede la maggioranza semplice alla Camera per la messa in stato d'accusa - alla Camera, i democratici detengono la maggioranza - e una maggioranza di due terzi in Senato per la condanna e la rimozione - in questo caso - del presidente (l'impeachment può riguardare qualsiasi "funzionario civile degli Stati Uniti"). In Senato, 53 seggi su 100 sono in mano al partito repubblicano: questo significa che servirebbe il voto di almeno 20 repubblicani per rimuovere Trump.