Usa, Trump: dazi su import cinese resteranno "a lungo"

A24/Spa

New York, 20 mar. (askanews) - Il presidente americano, Donald Trump, è tornato a confondere gli investitori. Prima di lasciare la Casa Bianca per recarsi in Ohio, il 45esimo commander in chief ha detto che lascerà in vigore i dazi imposti sui prodotti Made in China importati in Usa "per un periodo di tempo notevole. Non stiamo discutendo una loro rimozione. Stiamo discutendo di lasciarli".

Come suo solito, Trump vuole usare le tariffe doganali come leva negoziale: "Dobbiamo essere sicuri che se sigliamo un accordo con la Cina, la Cina lo rispetterà".

Il presidente Usa ha poi spiegato che le trattative "procedono bene" e che un nuovo round di negoziati sta per cominciare "presto". Ieri il Wall Street Journal aveva riferito che la settimana prossima il rappresentante commerciale, Robert Lighthizer, e il segretario al Tesoro, Steven Mnuchin, voleranno a Pechino per incontrare il vice premier cinese Liu He. Quest'ultimo andrà poi a Washington nella settimana successiva.

Le parole di Trump confermano anche indiscrezioni di Bloomberg, secondo cui i cinesi sembrano fare marcia indietro su alcune delle richieste americane non avendo certezze che l'amministrazione Usa rimuoverà i dazi imposti.