Usa,Trump firma la legge sul budget e polemizza con i democratici

A24/Pca

New York, 9 feb. (askanews) - Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha firmato la legge sul budget 2018-2019 e la misura provvisoria per mettere fine al breve shutdown, ovvero la chiusura delle attività federali, a circa tre ore dall'approvazione definitiva del Congresso. Lo shutdown era scattato dopo la mezzanotte.

Su Twitter, il presidente non ha però evitato le polemiche: "Ho appena firmato la proposta di legge. Le nostre forze armate saranno più forti che mai. Amiamo le nostre forze armate, ne abbiamo bisogno e abbiamo dato loro tutto e di più. È la prima volta che succede da molto tempo. Questo significa anche LAVORO, LAVORO, LAVORO! Senza avere più repubblicani in Congresso, siamo stati obbligati ad aumentare la spesa su cose che non ci piacciono o che non volevamo, in modo di prenderci finalmente cura delle nostre forze armate, dopo molti anni di svuotamento [di risorse, ndr]. Purtroppo, abbiamo avuto bisogno dei voti democratici per l'approvazione. Bisogna eleggere più repubblicani alle elezioni 2018!".

Poi, in un terzo tweet, ha aggiunto: "I costi per le spese non militari non scenderanno mai se non eleggiamo più repubblicani alle elezioni 2018 e oltre. Questa proposta di legge è una GRANDE VITTORIA per le nostre forze armate, ma ci sono molti sprechi necessari per ottenere i voti democratici. Fortunatamente, il Daca non è stato incluso e le negoziazioni cominciano ora!". Il Daca è il programma a protezione degli immigrati senza documenti arrivati negli Stati Uniti da bambini, voluto da Barack Obama ed eliminato da Trump.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità