Usa, Trump nega di essere razzista dopo accuse a Cummings

Cgi

Roma, 29 lug. (askanews) - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha negato di essere un razzista dopo le osservazioni fatte su un deputato democratico nero e sulla città americana di Baltimora. Trump aveva attaccato Elijah Cummings, definendo il suo distretto di Baltimora di maggioranza nera "disgustoso, infestato da ratti e roditori".

"Non c'è nulla di razzista nel dichiarare chiaramente ciò che la maggior parte della gente già sa: Elijah Cummings ha fatto un lavoro terribile per la gente del suo distretto", ha scritto il presidente in uno dei numerosi tweet.