Usa, Twitter cancella 150mila account cospirazionisti QAnon

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Twitter ha chiuso oltre 150mila account legati alla teoria cospirazionista QAnon dopo l'assalto al Congresso degli Stati Uniti lo scorso 6 gennaio. Lo hanno detto fonti della società all'emittente Cbs, sottolineando che la maggior parte dei profili appartenevano a "persone reali" in America, alcune delle quali ne avevano più d'uno, ma non vi erano account fasulli diffusi dall'estero.

Molti dei sostenitori di Donald Trump che hanno assaltato il Congresso sono seguaci della teoria cospirazionista, fra cui il famoso "sciamano di QAnon" immortalato in Senato con un copricapo di pelliccia e corna di bisonte. Le fonti di Twitter hanno spiegato che contro Qanon sono state usate le stesse strategie impiegate per contrastare la diffusione di messaggi legati al terrorismo e allo sfruttamento sessuale dei minori. Tale contrasto era già attivo prima dell'assalto al Congresso, ma è diventato più deciso dopo il 6 gennaio.

Diffusa sui social da un misterioso Q, la delirante teoria cospirazionista ritiene che Trump sia l'ultimo bastione contro una setta satanica di pedofili annidata nei gangli dello stato, il partito Democratico e fra i divi di Hollywood.