USA, Uccide la fidanzata con 100 coltellate perché si era rifiutata di avere rapporti con lui

Justin Fields
Justin Fields

Orrore negli Stati Uniti d’America, dove un ragazzo ha ucciso la fidanzata con 100 coltellate. Non contento ha deciso di decapitarla. Il motivo? La ragazza si era rifiutata di fare sesso con lui.

Uccide la fidanzata con 100 coltellate perché si era rifiutata di avere rapporti con lui

Lui si chiama Justin Fields ed ha 38 anni, lei invece ne aveva 52 e si chiamava Tammy Bailey. La coppia viveva a Blount Mark Moon, in Alabama, USA. Era il compleanno dell’assassino e allora i due avevano deciso di festeggiarlo facendo il giro dei bar e bevendo. Una volta tornati a casa lui era completamente ubriaco e avrebbe chiesto alla partner un rapporto sessuale. Il suo rifiuto lo ha mandato su tutte le furie ed ha commesso l’omicidio.

L’arresto e i capi d’accusa

Dopo aver ucciso e decapitato la donna con 100 coltellate, ignaro di ciò che era accaduto, il 38enne è andato in camera da letto e si è addormentato. Al suo risveglio ha trovato la compagna ormai morta in una pozza di sangue. Resosi conto di ciò che aveva fatto ha chiamato il padre per chiedere aiuto e quest’ultimo ha chiamato un’ambulanza e la polizia. Justin Fields ha raccontato l’accaduto alle forze dell’ordine e si è dichiarato colpevole senza opporre resistenza. Ora è accusato di omicidio e abuso di cadavere.

Fonte foto: Blount Country News