USA, un giovane è accusato di aver ucciso i genitori. "Non mi sento in colpa"

·2 minuto per la lettura
USA 23enne uccide genitori
USA 23enne uccide genitori

Una storia di morte, ma anche scomparsa arriva dal Winsconsin negli USA dove Chandler Halderson, un giovane di 23 anni, è stato accusato di aver ucciso e smembrato i cadaveri dei genitori. L’arresto dell’uomo avvenuto l’8 luglio è diventata di dominio pubblico soltanto in queste ultime ore. Nella giornata di mercoledì 1 settembre, il 23enne è comparso davanti al tribunale della contea di Dane nella quale i due cadaveri sono stati ritrovati. Ad attirare l’attenzione, il fatto che fosse rimasto in silenzio mentre il giudice presentava le dichiarazioni di non colpevolezza a suo nome.

USA 23enne uccide genitori, la denuncia della scomparsa e il ritrovamento dei corpi

Lo scorso 7 luglio il 23enne aveva denunciato la scomparsa dei due genitori, Bart Halderson 50 anni e Krista Halderson 53 anni, affermando che non erano mai rientrati dal fine settimana che i due avevano trascorso in una casa di loro proprierà situata nel nord del Winsconsin. Ciò che tuttavia emerse fu ben più inquietante.

Nella giornata dell’8 luglio, in una proprietà di Cottage Grove è avvenuto il ritrovamento della parte superiore del cadavere del 50enne. Nello stesso giorno è avvenuto l’arresto del figlio Chandler, mentre il 14 luglio a seguito della perquisizione di una proprietà vicino a Sauk City è stata ritrovata una serie di resti umani dei quali, successive indagini hanno riportato essere appertenuti a Krista Halderson.

USA 23enne uccide genitori, le successive bugie

Nel frattempo non sarebbe ancora chiaro perché il giovane potrebbe aver ucciso i genitori. Stando a quanto scrive nbc15.com, le autorità hanno ottenuto l’autorizzazione all’accesso della cronologia storica dell’account Google di Chandler.

È emerso che il giovane aveva fatto delle ricerche legate al ritrovamento di corpi nel Winsconsin con tanto di nomi. Tali ricerche erano state effettuate nella mattinata del giorno 8 luglio e precisamente nelle ore precedenti al ritrovamento dei resti di Bart Halderson.

USA 23enne uccide genitori, “Non mi sento in colpa”

È stato proprio mentre era in custodia che Chandler Halderson, pronunciò, davanti al detective che gli chiedeva se avesse fatto pensieri suicidi, una frase che poco lasciava spazio alle supposizioni. “Non mi sento il colpa per quello che ho fatto”, avrebbe affermato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli