Usa, vittoria del movimento Lgbt davanti alla Corte Suprema -2-

A24/Pca

New York, 15 giu. (askanews) - "Un datore di lavoro che licenzia un individuo perch omosessuale o transgender licenzia una persona per caratteristiche o azioni che non avrebbe messo in dubbio in persone di sesso diverso" ha scritto Neil Gorsuch, spiegando la decisione della Corte. "Il sesso ricopre un ruolo palese nella decisione, esattamente quello che il Titolo VII vieta".

Il Titolo VII del Civil Rights Act del 1964 vieta la discriminazione da parte dei datori di lavoro sulla base di razza, colore, religione, sesso o origine nazionale. La decisione avr certamente un grande impatto sui circa 8 milioni di lavoratori che appartengono alla comunit Lgbt del Paese, visto che molti Stati non li proteggono dalla discriminazione sul posto di lavoro. Secondo il Williams Institute dell'Ucla, circa 11,3 milioni di gay, lesbiche, bisessuali e transgender vivono negli Stati Uniti.