Usa, Warren: basta premiare donatori con incarichi... -4-

A24/Pca

New York, 15 ott. (askanews) - Scorrendo la lista dei nominati, fa presente la Nbc, si trova un imprenditore immobiliare senza esperienze diplomatiche scelto come ambasciatore negli Emirati Arabi Uniti, un incarico molto delicato in Medio Oriente, per questo assegnato sempre a diplomatici di carriera. Il nominato per l'incarico in Marocco? Un benestante attivo nel settore automobilistico. La persona scelta per la Slovenia, il Paese di origine della first lady Melania Trump? La fondatrice di una fondazione evangelica che spesso pubblica su Facebook notizie false riprese dai media di estrema destra.

Nonostante l'amministrazione li abbia difesi, affermando che sono provvisti di acume per gli affari che li rende idonei a rappresentare gli Stati Uniti all'estero, alcune di queste nomine sono bloccate da molti mesi in Senato, controllato dai repubblicani. Secondo esperti e fonti della Nbc, la differenza con le precedenti amministrazioni è che Trump ha scelto dei donatori senza esperienza diplomatica anche per incarichi di primo livello.

Dagli anni '50, la proporzione tra ambasciatori di carriera e politici è stata in media di 2 a 1. Trump, invece, ha scelto una divisione a metà tra diplomatici e 'amici'.