Usa, Warren: se vinco primarie, sfido Trump senza grandi... -2-

A24/Pca

New York, 9 ott. (askanews) - Ieri, a Cbs News ha detto che, nonostante i fondi record raccolti dalla campagna per la rielezione di Trump, non cambierà il modo di sostenere finanziariamente la sua candidatura, se vincerà le primarie democratiche. "O pensi che la democrazia funzioni con incontri a porte chiuse con i supermiliardari, i Ceo delle grandi aziende e i lobbisti per raccogliere più soldi possibili, o pensi che si costruisca dal basso". "L'intera campagna è incentrata sul fatto che possiamo costruire tutto questo insieme. Ed è esattamente quello che stiamo facendo".

Grazie ai piccoli donatori, la campagna di Warren ha raccolto 24,6 milioni di dollari negli ultimi tre mesi da oltre 940.000 donatori, seconda solo al senatore Bernie Sanders, che ne ha raccolti 25,3 milioni. Oggi, la media dei sondaggi di Real Clear Politics afferma che Warren è ora in testa alle rilevazioni sulle primarie democratiche per le presidenziali del prossimo anno: la senatrice è accreditata del 26,6% delle preferenze, contro il 26,4% dell'ex vicepresidente Joe Biden. Al terzo posto c'è il senatore Bernie Sanders, stabile al 14,6%.