Usa, Wp: Trump valuta di silurare il capo dell'Fbi

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Silurare il capo dell'Fbi dopo l'Election Day. Di questo avrebbero ripetutamente discusso Donald Trump e i suoi consiglieri. Uno scenario che potrebbe mettere a rischio anche la poltrona dell'Attorney General William Barr. Lo scrive il Washington Post sottolineando come, a meno di due settimane dal voto, cresca la frustrazione del presidente per la mancata "spinta finale" come accadde durante la campagna elettorale di quattro anni fa. No comment, almeno per ora, dall'Fbi.

Trump, secondo le fonti del giornale, sperava che Wray e Barr mettessero sotto inchiesta i Biden, Joe (un "criminale" per il tycoon) e il figlio Hunter o loro fedelissimi. Delusione per Wray in particolare, ma anche per Barr. Stando alle fonti del giornale, Trump voleva "un'azione ufficiale" in stile 2016, quando a 11 giorni dalle presidenziali l'allora capo dell'Fbi James Comey informava il Congresso della riapertura delle indagini su un server di posta elettronica privato usato da parte di Hillary Clinton quando era segretario di Stato. Ma, scrive ancora il quotidiano, ora i vertici dell'Fbi ci vanno cauti. E Trump, stando alle fonti del Washington Post, considera Wray una delle sue peggiori scelte.