Usa, Yellen propone un’imposta minima globale su multinazionali

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

New York, 15 mar. (askanews) - Il segretario al Tesoro Janet Yellen sta lavorando con altri paesi ad un accordo per aggiornare le norme sulla tassazione delle società multinazionali in modo da stabilire una tassa minima globale, che tra l'altro impedirebbe ad un'azienda di lasciare un paese per spostarsi in un altro con sistema di tassazione più vantaggioso. A riferirlo è il Washington Post.

Il segretario del Tesoro sta partecipando ai negoziati in corso presso l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), che riunisce 140 paesi, su come aggiornare le norme fiscali globali in modo da riflettere gli sviluppi dell'economia digitale. Un pilastro del lavoro del gruppo è incentrato su un'imposta minima globale non vincolante.

L'idea di una tassazione globale era stata già espressa dalla Yellen durante la sua audizione di conferma dove aveva espresso l'impegno dell' amministrazione Biden-Harris "ad aggiornare le norme fiscali globali in modo da stabilire regole di tassazione minima efficaci, prevenire il trasferimento dei profitti globali (nei paradisi fiscali) e garantire che le società paghino la loro giusta quota".