Usigrai: ok Mise su piano Rai,Salini smentisca incontro Zingaretti

Fdv

Roma, 4 ott. (askanews) - "Il quotidiano "Repubblica" riferisce che l'amministratore delegato Fabrizio Salini si è incontrato con il leader del Pd Zingaretti, definito dalla giornalista Giovanna Vitale "nuovo editore di riferimento". Ci auguriamo che arrivi al più presto una smentita. Se la Rai deve essere libera dai partiti, e dunque non andavano bene gli incontri con Salvini, la stessa cosa deve valere ora. Il valzer di possibili cambi di poltrone - innescato dal cambio della maggioranza politica - non è certo il segno di un'azienda autonoma dalla politica". È quanto dichiarano Elisa Billato ed Americo Mancini della componente Pluralismo e Libertà all'interno dell'esecutivo Usigrai.

"Non ci stupisce, ma nemmeno lo giustifichiamo. Se ci sono problemi di ascolti, li si affrontino nelle sedi e nei modi opportuni, trovando soluzioni aziendali e non agitandoli al solo scopo di usarli come grimaldello per soddisfare i nuovi appetiti politici. Per noi - aggiungono Billato e Mancini - Salvini e Zingaretti pari sono. Per questo, con altrettanta onestà, prendiamo atto con piacere del via libera del Mise al piano industriale Rai per il triennio 2019-2021. Per l'amministratore delegato Salini "oggi per la Rai inizia una nuova era". Ci auguriamo tutti che sia così: abbiamo sempre ritenuto questo piano industriale ambizioso, con alcune criticità, ma costruttivo. Si tratta - concludono Billato e Mancini - di una sfida da affrontare anche e soprattutto per superare quell'arretratezza tecnologica che è uno dei fattori che ha influito pesantemente sul calo degli ascolti".