Ustica, Di Nicola (M5s): la verit prima delle celebrazioni

Luc

Roma, 24 giu. (askanews) - "Prima delle celebrazioni rituali per il quarantesimo anniversario della strage di Ustica, chiediamo che il governo si attivi subito a livello diplomatico per raggiungere finalmente la verit giudiziaria su questa grave ferita alla nostra sovranit nazionale". Lo dichiara il senatore del Movimento 5 Stelle Primo Di Nicola, vicepresidente della Commissione di Vigilanza Rai, intervenuto ieri nell'aula di Palazzo Madama ricordando che "ancora oggi la Procura di Roma, i pm Amelio e Monteleone, indagano sul caso Ustica e dal 2010 attendono risposte esaustive a quattro rogatorie internazionali ripromosse dopo che l'allora presidente Cossiga torn, nel corso di un'intervista, a puntare il dito contro la Francia. I Paesi interessati dalle richieste di informazioni avanzata dalla nostra magistratura sono gli Stati Uniti, la Francia, il Belgio (Nato) e la Germania, oltre, ovviamente la Libia. Un'inchiesta, quest'ultima - ha ricordato Di Nicola - che rischia di finire inesorabilmente archiviata se il governo, una volta per tutte, non decider di avviare un'incisiva azione diplomatica invitando i nostri alleati a dire tutta la verit su quanto accadde quella notte. Chiarendo innanzitutto - ha sottolineato il senatore M5S - cosa ci facevano i loro caccia e i loro mezzi navali nelle acque e nei cieli italiani. La dobbiamo a quelle 81 vittime. E a chi, ancora oggi, attende giustizia".