Ustica, Luttwak: "Dc9 abbattuto da bomba"

webinfo@adnkronos.com

"Sì, conosciamo la verità sulla strage di Ustica, ma tutti gli esperti di aeronautica in giro per il mondo, e che conoscono questa vicenda, sono al cento per cento d’accordo sul fatto che il sistema giudiziario italiano è incapace di trattare qualsiasi fatto tecnicamente, e lo deforma per servire l’esigenza popolare. Nel caso di Ustica, un gruppo di specialisti inglesi che aveva trattato molti incidenti aerei, inclusi quelli cruenti, redasse un rapporto, con tanto di foto, diagrammi e spiegazioni, irrefutabile sul fatto che a distruggere il Dc9 fu una bomba artigianale collocata a bordo dell’aereo. Un fatto criminale”. A dirlo, intervistato dall’AdnKronos sul 40esimo anniversario della strage di Ustica, è Edward Luttwak, esperto di politica internazionale e consulente strategico del governo statunitense.  

“Ma il sistema di giustizia italiano, totalmente politicizzato ma soprattutto completamente inesperto e incapace di utilizzare esperti provenienti da fuori – spiega Luttwak -, di fronte a un fatto, a una spiegazione evidente, l’ha rifiutata per poter “usticare”, colpevolizzare e incolpare i militari, la Nato, l’aviazione francese, l’aviazione americana, i siriani, i turchi, i libici, e ciò, nonostante il rapporto avesse dimostrato l’esplosione a bordo di una bomba artigianale. Gli esperti inglesi, che se ne fregano della politica italiana, hanno stabilito che si è trattato di una esplosione, e non di una collisione, perché quando di verifica una collisione, le lamiere vanno in dentro, e quando una bomba esplode dentro, le lamiere vanno in fuori, e gli inglesi sono stati pagati per questa perizia, si trattava di un caso molto facile”.  

Ma “gli esperti di aviazione – prosegue Luttwak - ogni tanto sentono che ci sono delle novità sul caso Ustica e capiscono che derivano da magistrati ignoranti e incapaci di gestire questioni tecniche. Ed è assurdo che gli italiani abbiano pagato con le loro tasse somme enormi” per i risarcimenti.  

Quanto alle dichiarazioni dell’ex Capo dello Stato, Francesco Cossiga, che nel 2008 disse che ad abbattere il Dc9 fu un missile francese, “Cossiga - risponde - è una persona di alto livello che ha fatto cose molto importanti per l’Italia, ma non aveva letto niente, nemmeno una sola perizia, sulla strage, evidentemente voleva fare rumore, e poi a volte diceva cose per fare effetto, per scioccare la gente, ma in ogni caso la magistratura non si può basare su ciò che dice qualcuno che non ha studiato il caso”.