Uzbekistan, presidente a partner area: rafforzare cooperazione

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 lug. (askanews) - Il 20-21 luglio 2022, il presidente della Repubblica dell'Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev ha partecipato al quarto incontro consultivo dei capi di Stato dell'Asia centrale, che si è tenuto nella città di Cholpon-Ata, in Kyrghizistan.

Al Vertice, presieduto dal Presidente della Repubblica del Kyrghizistan Sadyr Zhaparov, hanno partecipato anche il Presidente della Repubblica del Kazakistan Kassym-Jomart Tokayev, il Presidente della Repubblica del Tagikistan Emomali Rahmon e il Presidente del Turkmenistan Serdar Berdimuhamedov.

Sono state discusse questioni relative al rafforzamento della cooperazione nella risposta congiunta alle sfide moderne e alle minacce alla sicurezza regionale, alle prospettive di espansione della cooperazione regionale al fine di garantire una crescita economica sostenibile, al proseguimento dello scambio culturale e umanitario attivo degli stati dell'Asia centrale.

Il presidente uzbeko ha osservato nel suo discorso che, grazie al dialogo regolare in questo formato, è stato possibile rafforzare le relazioni di amicizia e di buon vicinato, per creare un'atmosfera completamente nuova e costruttiva di cooperazione regionale in Asia centrale. "Risolviamo costantemente i difficili compiti di garantire sicurezza e stabilità, sviluppo socioeconomico sostenibile dell'Asia centrale", ha sottolineato il presidente dell'Uzbekistan.

Lungo il percorso sono state rimosse molte barriere, sono state create le condizioni per la libera circolazione dei cittadini dell'Asia centrale, scambi culturali e turistici attivi. Si è formato un ambiente favorevole che promuove la crescita del commercio e degli investimenti reciproci. I paesi della regione hanno iniziato ad attuare progetti congiunti di cooperazione industriale, creare catene del valore efficaci, sviluppare infrastrutture di trasporto ed energetiche.

Allo stesso tempo, il presidente Mirziyoyev ha preso atto della difficile situazione mondiale che colpisce direttamente la regione. C'è una rapida trasformazione dell'ordine internazionale con conseguenze difficili da prevedere. Il mondo sta assistendo a un crescente deficit di dialogo e fiducia a livello globale. A causa dell'intensificarsi della crisi dell'economia mondiale, i paesi dell'Asia centrale si trovano ad affrontare i problemi di rottura delle tradizionali catene logistiche, i rischi per la sicurezza alimentare ed energetica sono aumentati.

"In queste condizioni, la richiesta di coordinamento e di aumento dell'efficacia della cooperazione multilaterale nell'ambito del formato delle Riunioni consultive sta aumentando ancora di più. Sottolineo che la pace, la stabilità e la prosperità dell'intera regione dipendono dalla coesione, dalla disponibilità di misure decisive per proteggere gli interessi comuni dell'Asia centrale", ha affermato Mirziyoyev.

Il potenziale della cooperazione commerciale ed economica tra i paesi dell'Asia centrale rimane ancora inutilizzato. Oggi, il commercio intraregionale rappresenta, secondo varie stime, dal 5 al 10 per cento del fatturato commerciale totale di 5 paesi. A questo proposito, è stato proposto di introdurre attivamente nuove forme e meccanismi per stimolare il commercio reciproco. Si tratta della creazione di un sistema di zone commerciali transfrontaliere, con regole unificate e procedure semplificate per la fornitura dei beni.

Shavkat Mirziyoyev si è espresso a favore dell'intensificazione degli sforzi per attuare progetti volti a sostituire le importazioni da paesi terzi con prodotti di produttori dei paesi della regione. Un altro compito importante è promuovere progetti comuni di cooperazione industriale.

Al fine di sviluppare ulteriormente i legami commerciali ed economici, è stato inoltre proposto di sfruttare maggiormente il potenziale della cooperazione interregionale diretta e di lanciare il Forum annuale delle regioni dell'Asia centrale.

L'attenzione dei partecipanti è stata richiamata sull'importanza di un lavoro congiunto sistematico per garantire la sicurezza alimentare basata, in primo luogo, sugli interessi comuni della regione dell'Asia centrale.

"La sicurezza della regione è indivisibile e, soprattutto, dipende dall'efficacia con cui è costruito il nostro partenariato. A questo proposito, dobbiamo rafforzare ulteriormente la cooperazione pratica nella lotta contro le tradizionali minacce dell'estremismo e del terrorismo, della criminalità organizzata e del traffico di droga, compresi nel crimine spaziale di Internet", ha detto Mirziyoyev. È stato inoltre sottolineato che la priorità più importante dovrebbe rimanere la continuazione di una stretta cooperazione nella promozione della pace a lungo termine e della ricostruzione socioeconomica dell'Afghanistan. "Gli stati della regione, in quanto vicini di questo Paese, come nessun altro, dovrebbero essere interessati alla sua stabilità" - ha osservato il leader dell'Uzbekistan. Si è espresso a favore dello sviluppo attivo delle relazioni commerciali con l'Afghanistan, del suo coinvolgimento nei processi economici regionali, dell'ampliamento dell'assistenza umanitaria al popolo afgano, della promozione di importanti progetti sociali e infrastrutturali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli