Uzbekistan presiede summit allargamento Sco all’Iran

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 9 set. (askanews) - L'Uzbekistan, che detiene la presidenza di turno dell'Organizzazione per la cooperazione di Shanghai, organizzerà il 15-16 settembre a Samarcanda il summit annuale e, in questa occasione, il raggruppamento che include giganti come Cina, India e Russia verrà allargato anche alla Repubblica islamica d'Iran.

"Il trasferimento della presidenza dell'Organizzazione all'Uzbekistan per il periodo 2021-2022 è stato votato a una logica continuazione della nostra politica estera attiva e aperta, attuata negli ultimi 6 anni. Al vertice SCO di Dushanbe 2021, il presidente Shavkat Mirziyoyev ha delineato le aree più prioritarie della presidenza nell'Organizzazione, come l'intensificazione degli sforzi congiunti per garantire la pace e la stabilità nello spazio SCO, l'approfondimento della cooperazione commerciale, economica e di investimento, l'espansione dei trasporti e dei legami di comunicazione, l'interazione sulla riduzione della povertà, sulla sicurezza alimentare, sull'ampio uso del potenziale esistente in ambito sanitario, culturale e umanitario e nella lotta ai cambiamenti climatici", ha spiegato Anvar Nasirov dell'Istituto internazionale per l'Asia centrale.

"Durante la presidenza dell'Uzbekistan nella SCO si sono tenuti oltre 80 eventi in tutte le aree di cooperazione. A seguito di eventi su larga scala tenuti in occasione del prossimo vertice, si prevede di presentare più di 30 documenti per la firma", ha continuato lo studioso.

"Indubbiamente, uno degli obiettivi principali del Vertice di Samarcanda è la questione dell'ulteriore espansione della famiglia SCO. Nell'ambito del Consiglio dei Capi di Stato, è prevista la firma di un Memorandum sull'Impegno della Repubblica Islamica dell'Iran ad ottenere lo status di membro della SCO. Questo diventerà un passo importante nell'attuazione della decisione presa lo scorso anno di avviare il processo di ammissione dell'Iran a pieno titolo", ha precisato Nasirov.

"Inoltre, verrà presa la decisione di ampliare l'adesione dei paesi osservatori e dei partner al dialogo SCO", ha continuato.

Al vertice è prevista la firma dei documenti per stabilire la cooperazione tra la SCO e diverse organizzazioni internazionali e regionali. Inoltre ci sarà un altro importante documento in preparazione per l'adozione è il Piano globale per l'attuazione del Trattato SCO sul buon vicinato, l'amicizia e la cooperazione a lungo termine per il periodo 2023-2027. "Questo documento di importanza strategica è stato sviluppato su iniziativa del Presidente della Repubblica dell'Uzbekistan Shavkat Mirziyoyev e ha ricevuto il sostegno di tutti gli Stati membri della SCO", ha detto Nasirov. "Il progetto di piano prevede la cooperazione in tutte le aree all'interno dell'Organizzazione, attualmente contiene circa 120 eventi. L'attenzione principale è rivolta allo sviluppo delle relazioni commerciali ed economiche. Pertanto, sono state definite misure specifiche per rafforzare ulteriormente la cooperazione industriale, il partenariato negli investimenti, l'energia, i trasporti, l'informazione e le telecomunicazioni, l'agricoltura, le dogane e altri ambiti, la logistica, nonché le agenzie responsabili della loro attuazione".