In vacanza gli italiani non rinunciano alla compagnia del partner

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 giu. (askanews) - I viaggi possono essere un banco di prova importante, anche per i legami più forti. Le persone con cui si sceglie di partire giocano infatti un ruolo fondamentale nell'esperienza, tanto quanto la destinazione scelta. Per questo PiratinViaggio.it, la piattaforma italiana del gruppo HolidayPirates group, portale di offerte di viaggio, ha deciso di scoprire chi è la persona ideale con cui viaggiare secondo gli italiani attraverso un sondaggio che ha ricevuto 5.000 risposte.

È il/la partner la persona preferita dagli italiani per andare in viaggio, scelta con il 63% delle preferenze davanti ad amici e amiche (25%) e ai membri della famiglia (12%) - tra cui spiccano soprattutto i figli (8%). Sorprendentemente, gli italiani si dimostrano più abitudinari di quel che si potrebbe immaginare: la preferenza per il proprio partner risulta infatti più alta per coloro che sono sposati o in una relazione stabile (78%), mentre scende al 33% per coloro che si dichiarano in una relazione aperta.

Tra le generazioni, la Gen Z è la fascia d'età più propensa ai viaggi all'insegna dello svago con gli amici, al primo posto nel 39% dei casi, mentre calano sia le preferenze per le vacanze con il partner (56%) e, soprattutto, quelle in famiglia (5%). Non a caso, è proprio questa la fascia d'età più incline ai flirt: il 49% dichiara di aver avuto una storia in vacanza, contro il 44% della media nazionale e il 30% dei Baby Boomers.

I genitori poi non sembrano proprio riuscire a separarsi dai propri affetti, tanto da scegliere i figli con il 20% dei voti, preferendoli anche agli amici, fermi al 14%. Curioso infine notare come tale gradimento sia più alto per i genitori più navigati, forse in virtù della maggior esperienza che consente loro una gestione più serena della prole, presumibilmente anche più cresciuta: nel caso della Gen X la percentuale sale infatti al 17%, nel caso dei Baby Boomers si arriva all'11%, mentre scende al 6% per i genitori Millennials e addirittura al 2% considerando solo la fascia dai 25 ai 34 anni.

Apprezzati anche i viaggi con coppie, possibilità che raccoglie il favore del 62% degli intervistati. Particolarmente propensi coloro che hanno figli o sono in una relazione stabile, con percentuali che salgono al 66%, abbassandosi invece al 45% nel caso dei single e al 59% per chi non ha figli.

La formula più gettonata quando si tratta di viaggiare con il partner ideale è quella dei soggiorni di breve durata, non oltre la settimana (71%). In particolare il 13% sceglie i viaggi della durata di un weekend; solo il 26% preferisce invece vacanze più impegnative, anche oltre i 14 giorni. D'altronde, le vacanze possono mettere a dura prova anche i legami più solidi e la condivisione dell'esperienza passa inevitabilmente dall'accettare alcuni compromessi. Lo conferma il fatto che per il 53% degli italiani anche la persona con cui si preferisce viaggiare può essere fonte di irritazione. L'aspetto che più infastidisce è il diverso approccio nell'organizzazione delle giornate, opzione scelta con il 27% dei voti, davanti al russare (15%) e a una diversa attenzione alle spese e al budget (14%).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli