In vacanza a Lampedusa: donna muore travolta da un’auto pirata

donna investita auto

La coppia era atterrata sull’isola di Lampedusa da pochissime ore: il volo è arrivato intorno alle ore 21. Dopo aver depositato i bagagli presso il residence nel quale alloggiavano, marito e moglie sono usciti per la prima passeggiata della vacanza. Intorno alle 23 di sabato 31 agosto, però, la donna originaria di Pinerolo, in provincia di Torino è morta travolta da un’auto pirata. Secondo le prime ricostruzioni, infatti, la Suzuki Santana avrebbe dapprima colpito la 49enne e poi avrebbe terminato la sua corsa contro un palo. Il marito è sotto choc.

Lampedusa, donna travolta da auto

Una donna di 49 anni ha perso la vita dopo essere stata travolta da un’auto pirata a Lampedusa. La moglie, atterrata sull’isola intorno alle ore 21 di sabato 31 agosto, aveva deciso di fare una passeggiata con il marito. Quella che doveva essere una vacanza rilassante, purtroppo, si è trasformata in tragedia. Infatti, intorno alle ore 23, una Suzuki Satana che sopraggiungeva a grande velocità avrebbe colpito la donna che si trovava sul marciapiede. Infine, la vettura si è scontrata contro un palo. L’uomo che guidava sarebbe sceso e fuggito.

I soccorsi del personale medici del 118 hanno trasferito la donna all’ospedale, dove ne è stato constatato il decesso. Il marito che ha assistito alla scena, invece, è sotto choc. Dopo aver trascorso le prime ore dopo l’incidente all’ospedale, l’uomo è stato accompagnato in commissariato per effettuare le procedure di rito. L’autista della Suzuki, invece, dopo aver investito la 49enne si è dato alla fuga. Gli agenti, però, lo hanno rintracciato: è stato interrogato per tutta la notte insieme ad alcuni testimoni presenti sul posto.