Vacanza studio a Malaga, sei studenti italiani positivi al Covid: quarantena disposta per 12 ragazzi

·3 minuto per la lettura
Studenti
Studenti

Una vacanza studio a Malaga, alla quale hanno partecipato cento studenti italiani, si è conclusa in modo drammatico nel momento in cui sei adolescenti sono risultati positivi al coronavirus pochi giorni prima del ritorno in Italia. Nei confronti dei ragazzi, è stata disposto l’obbligo di restare nella città andalusa fino al termine della quarantena.

Vacanza studio a Malaga, sei studenti italiani positivi al Covid

Un gruppo di cento studenti italiani si era recato a Malaga, in Spagna, per una vacanza studio. A pochi giorni dal rientro in Italia, tuttavia, sei ragazzi che facevano parte del progetto formativo sono risultati positivi al Covid: per questo motivo, non potranno lasciare la città fino allo scadere del periodo di quarantena.

I giovani che compongono il gruppo di studenti hanno tutti un’età compresa tra i 14 e i 18 anni ed erano partiti per la Spagna nella giornata di venerdì 16 luglio. L’iniziativa faceva parte di un programma Inps mentre la San Marino Tour Service era stata incaricata di organizzare il viaggio e il soggiorno degli adolescenti.

I ragazzi, poi, sarebbero dovuti rientrare in Italia il prossimo venerdì 30 luglio ma almeno 12 studenti dovranno rimanere a Malaga fino a quando non avranno ultimato la quarantena e non si saranno tutti completamente negativizzati contro il Covid.

A proposito della vicenda, come riporta Fanpage.it, è stata segnalata la presenza di “decine di positivi, alcuni con febbre alta”: ciononostante, “non hanno fatto tamponi a tutti i ragazzi, ai quali non sono state fornite le adeguate misure di prevenzione, non c’erano le mascherine a sufficienza e igienizzante”.

Covid, vacanza studio a Malaga: quarantena disposta per 12 ragazzi

In merito al delicato episodio, si è espressa la tour operator Fabiana Delmagno che si è occupata di organizzare l’intero soggiorno degli studenti a Malaga. La donna, infatti, ha spiegato: “È successo che il 24 luglio scorso un ragazzino ha manifestato mal di testa e per questo è stato sottoposto a tampone molecolare che ha dato esito positivo – e ha aggiunto –. Quindi la procedura è stata quella di indicare i vari contatti più stretti e tra questi abbiamo individuato altri 11 adolescenti che abbiamo immediatamente messo in isolamento. Per loro è stato richiesto un test rapido proprio perché non c’erano le tempistiche dell’azienda sanitaria locale per attivare il molecolare e attenderne i risultati. Di questi, altri 5 sono risultati positivi”.

Vacanza studio a Malaga, le rassicurazioni alle famiglie dei ragazzi positivi al Covid

Pertanto, un gruppo di 12 studenti rimarrà a Malaga fino al termine del periodo di isolamento. Tra gli adolescenti bloccati in Spagna, figurano sia i ragazzi che sono risultati positivi al tampone che quelli risultati negativi.

La decisione è stata commentata dalla rappresentante della direzione della San Marino Tour Service, Fabiana Delmagno, che ha precisato: “Resteranno nella nostra struttura, hanno l’assicurazione sanitaria che copre i termini previsti dalla quarantena. Una volta terminata, secondo quanto previsto dai protocolli sanitari locali, potranno rientrare in Italia. I nostri group leader di riferimento rimangono con loro, sono tutti adulti. Gli adolescenti contagiati stanno bene, sono paucisintomatici. Alcuni hanno avuto qualche linea di febbre, che abbiamo curato con paracetamolo, mal di testa e spossatezza. La situazione è sotto controllo. La stiamo gestendo in maniera serena”.

In questo modo, la direzione dell’agenzia ha tentato di rassicurare i genitori dei 12 ragazzi, preoccupati per le sorti e le condizioni di salute dei loro figli, asserendo: “Siamo negli ultimi 2 giorni del soggiorno, le escursioni sono state fatte nella prima parte, rimangono le ultime lezioni di lingua e attività all’aperto nel campus universitario dove alloggiano. Domani verrà rilasciato loro l’attestato ed essendo il giorno prima della partenza, come prevede la normativa per il rientro dalla Spagna verso l’Italia, faranno il tampone rapido per il rilascio della negatività che gli consentirà di ripartire. Qualora ci saranno altri positivi rimarranno nella struttura”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli