Vaccinazioni, ancora disagi per centinaia di anziani in Lombardia

·2 minuto per la lettura
vaccino anziani
vaccino anziani

Ancora disagi in Lombardia nelle somministrazioni del vaccino anti Covid. Nella giornata del 17 marzo circa 500 anziani sono infatti stati convocati presso l’ospedale di Circolo di Varese in un lasso di tempo di appena due ore e mezza, dalle 8 del mattino alle 10:30. Un tempo estremamente esiguo per effettuare le vaccinazioni per tutti, anche per il personale sanitario li presente che infatti ha dovuto districarsi tra non poche difficoltà. Al fine di evitare assembramenti tra gli over 80 è stata attivata un’ulteriore linea vaccinale.

Vaccino, in Lombardia 500 anziani convocati per errore

L’episodio ha visto sotto attacco il sistema di prenotazione delle vaccinazioni gestito dalla società regionale Aria: “Si sono verificati dei problemi tecnici nel sistema delle prenotazioni, che è esterno alla nostra Azienda: anziché distribuire le prenotazioni lungo tutto l’orario di attività, come richiesto, sono state concentrate in una fascia oraria molto ristretta, creando delle difficoltà ai nostri operatori e ai volontari”.

Critiche a quanto accaduto anche da parte del consigliere regionale del Pd Samuele Astuti, che in una nota stampa ha dichiarato: “È evidente che la Regione è completamente scollegata dalla realtà a palazzo Lombardia pensano di aver risolto le criticità, specie quelle legate al sistema Aria e ignorano il caos in cui si trovano i centri vaccinali sui territori. Il direttore generale, ad esempio, ha appreso solo in Commissione che a Varese, tra le 8 e le 10.30 di oggi, sono stati convocati per errore 500 over 8o.

Il disguido avvenuto mercoledì fa il paio con quanto accaduto pochi giorni fa, quando di fronte all’ospedale Niguarda si erano radunati circa 900 anziani over 80 invece dei 600 originariamente previsti. Un disguido che ha costretto il consulente per l’emergenza Covid in Lombardia Guido Bertolaso a scusarsi pubblicamente.