Vaccini, botta e risposta Alessandro-Claudio Borghi

·1 minuto per la lettura

"Oggi più che mai, non sono Claudio". Botta e risposta ieri su Twitter fra l'attore Alessandro Borghi e il deputato leghista Claudio Borghi nel giorno in cui sul social spiccavano fra i trend gli hashtag #apartheidvaccinale e #IoStoConBorghi, hashtag di protesta contro l'ipotesi di esclusione da eventi e servizi dei non vaccinati privi di Green pass.

"Male... mi risulta - la replica del leghista - che tu sia sensibile alla lotta contro le discriminazioni. Ti invito a riflettere che quanto sta succedendo nei confronti dei non vaccinati accusati di essere contagiosi è molto simile alla vergogna degli anni 80 nei confronti dei gay accusati di spargere HIV". Pronta la risposta dell'artista: "Francamente, caro Claudio, i caratteri di questo social non sarebbero abbastanza per argomentare la grandezza dell'idiozia che hai appena scritto. Magari avremo modo in futuro. Magari no".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli