Vaccini covid fuori regione, dosi anche a chi ha il domicilio

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Non solo vaccini anti covid ai residenti: le regioni dovranno vaccinare anche i domiciliati nel loro territorio. È quanto ha disposto con un'ordinanza il commissario straordinario all'emergenza coronavirus Francesco Paolo Figliuolo. Nell'ambito del piano di attuazione strategico nazionale per i vaccini "ciascuna regione o provincia autonoma proceda alla vaccinazione", si legge, non solo dei residenti ma anche delle persone domiciliate nel territorio regionale "per motivi di lavoro, assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che imponga una presenza continuativa nella Regione o provincia Autonoma".

Per il commissario, "il target è quello di 500mila somministrazioni al giorno a regime, da raggiungere nelle terza settimana di aprile per ottenere l'immunità di gregge entro fine settembre", ha spiegato parlando in audizione sullo stato di attuazione del Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da Sars-CoV-2.