Vaccini covid Italia, superato il 40% dei vaccinati

·1 minuto per la lettura

E' stata superata la soglia del 40% dei cittadini vaccinati in Italia, pari a 21.765.004 persone. E' quanto emerge dal report vaccini anti-covid della struttura commissariale all'emergenza, guidata dal generale Francesco Paolo Figliuolo. Ad oggi sono 55.149.301 le dosi somministrate.

Intanto, a quanto apprende l'Adnkronos, in una lettera inviata alle regioni il generale Figliuolo chiede di andare a cercare in maniera ''ancor più proattiva'' il personale scolastico, docente e non docente, che non ha per ora aderito ''alla campagna vaccinale, coinvolgendo anche i medici competenti per sensibilizzare la comunità scolastica in maniera ancor più capillare''. Il commissario sottolinea che alcune regioni hanno raggiunto risultati positivi attestandosi all'85%, mentre altre si trovano decisamente al disotto della media nazionale che è dell'80%.

Il commissario sottolinea la necessità di ''incentivare la vaccinazione'' per il ''personale scolastico, docente e non docente'' considerandola ''prioritaria nella prenotazione e riservandole corsie preferenziali anche presso gli hub vaccinali''. ''Nell’ambito del positivo andamento della campagna vaccinale anti Sars-Cov2/covid-19, in previsione della prossima riapertura degli istituti di formazione con l’inizio del nuovo anno didattico, sono state emanate raccomandazioni'', si legge nel testo della missiva, ''al fine di creare le idonee condizioni di sicurezza per la ripresa delle lezioni in presenza''.

''Ciononostante, pur avendo registrato un incremento percentuale relativo alla copertura della platea del personale scolastico, docente e non docente, che è cresciuto dello 0,5% passando dall’84,5% del 23 giugno all’85% odierno, rimangono ancora diverse Regioni e Province autonome ben al di sotto dell’80%'', sottolinea Figliuolo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli