Ricercatrice che ha sviluppato AstraZeneca: "Terza dose non serve"

·1 minuto per la lettura
(Photo by David M. Benett/Dave Benett/Getty Images for Veuve Clicquot)
(Photo by David M. Benett/Dave Benett/Getty Images for Veuve Clicquot)

La doppia dose di vaccini anti-Covid garantisce una buona protezione nella maggioranza dei casi anche a lungo termine; per questo non è necessario estendere per ora il terzo richiamo alla generalità della popolazione. A sostenere questa tesi è Sarah Gilbert, luminare dell'università britannica di Oxford e madrina del vaccino poi prodotto da AstraZeneca.

Secondo la scienziata, la priorità dovrebbe essere estendere la copertura vaccinale in quei Paesi più svantaggiati in cui "solo una piccola fetta di popolazione è stata finora immunizzata". Inoltre, ha fatto sapere la Gilbert, "È bene che in questa fase siano gli immunodepressi e i più anziani a ricevere la terza dose".

GUARDA ANCHE: Covid, primi test per il farmaco antivirale di Pfizer

GUARDA ANCHE: Trombosi, rischio più alto in caso di Covid che con vaccini AstraZeneca e Pfizer

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli