Vaccini, Figliuolo: Piano Puglia in linea con obiettivi nazionali

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 apr. (askanews) - Si è conclusa nel pomeriggio di oggi la visita in Puglia del Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo, insieme al Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio. In apertura l'incontro istituzionale con il Presidente della Regione Michele Emiliano, il Sindaco di Bari Antonio Decaro, il Prefetto del capoluogo Antonia Bellomo e l'Assessore alla Sanità Pierluigi Lopalco. A seguire, la videoconferenza con i Prefetti della Regione. Successivamente le tappe presso il Presidio Maxi Emergenze e il centro vaccinale allestiti alla Fiera del Levante di Bari, prima di spostarsi alla fabbrica pubblica di Dispositivi di Protezione Individuale della Protezione civile, che opera all'interno dello stabilimento di proprietà della Regione Puglia nella sede dell'ex Ciapi di Bari.

"Il piano della Regione Puglia ha obiettivi da raggiungere ben chiari e definiti, assolutamente in linea con quelli del piano nazionale", ha dichiarato il Commissario, il quale ha anche ribadito l'imperativo di proteggere le persone più fragili, manifestando apprezzamento per i risultati della Regione Puglia, che ha raggiunto oltre l'81% di prime somministrazioni alle persone di più di 80 anni, ed è in linea con gli obiettivi relativi alla categoria di età 70-79 e alle persone fragili. "Una volta messi in sicurezza i più deboli possiamo far ripartire il Paese. I vaccini stanno arrivando, la macchina organizzativa funziona. Stamattina abbiamo superato 16,6 milioni di somministrazioni dall'inizio della campagna, di cui 11,7 con prima dose, e 4,9 milioni di persone già vaccinate. Da qui al 29 aprile avremo circa 2,5 milioni di dosi di vaccini, ed entro il 5 maggio ne arriveranno altri 2,6 milioni. Le proiezioni per il mese di maggio sono buone, con 15 milioni di dosi di previsto arrivo", ha affermato il Commissario durante la visita.

Il Generale Figliuolo ha anche evidenziato l'efficienza e l'organizzazione delle strutture visitate, sottolineando l'importanza di possedere una capacità strategica per la produzione di dispositivi di protezione e di disporre di un centro pubblico altamente specializzato, come il Presidio maxi-emergenze alla Fiera del Levante gestito dal Policlinico di Bari, che costituisce un polo di riferimento nel Mezzogiorno.