Vaccini, in migliaia in fila all'alba per Open Day a Bologna

·2 minuto per la lettura
Bologna, la coda in Fiera per l'open day (Twitter)
Bologna, la coda in Fiera per l'open day (Twitter)

Vero e proprio "assalto" alla Fiera di Bologna per il primo Open Day vaccinale in Emilia-Romagna con 1.200 dosi Johnson&Johnson disponibili. Già prima della mezzanotte il massiccio afflusso di persone ha spinto l'Ausl di Bologna a aggiungere altre 1.200 dosi del preparato della casa farmaceutica.

VIDEO - L'Oms autorizza il vaccino Sinovac. E in Gran Bretagna per la prima volta zero morti

Intorno alla mezzanotte erano già una quarantina le persone giunte in fiera: i primi ad arrivare, a quanto si è appreso, hanno scritto il loro nome su un foglio creando una lista per rendere la fila la più ordinata possibile. Cosa che, con il passare dei minuti e l'afflusso sempre più consistente di "vaccinandi" non ha evitato il sorgere di alcune tensioni tra le persone in coda - divenuta lunghissima e giunta fino a via Stalingrado a centinaia di metri dall'ingresso della Fiera con oltre 2.000 candidati incolonnati e in crescita alle prime luci dell'alba. Tra la gente ammassata fuori dalla porta dell'hub alcune persone si sono sentite male e sono state soccorse dal personale dell'hub.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Poco dopo le 8 - ora fissata per l'apertura dell'hub vaccinale - l'arrivo di alcuni agenti delle forze dell'ordine a controllare l'andamento della situazione attualmente normalizzatasi.

Dopo le tensioni e la calca della mattina, piazza della Costituzione è stata transennata dalle forze dell'ordine, che sono riuscite a creare una fila più ordinata. Il dottor Renato Todeschini, referente dell'hub e del dipartimento di salute pubblica dell'Ausl, ha invitato le persone in attesa inviandole a rispettare il distanziamento, annunciando alla folla l'arrivo di ulteriori 1200 dosi, annuncio accolto con un applauso. Todeschini ha comunicato che si proverà a conteggiare le persone in fila per evitare inutili attese e assembramenti. La fila, che parte da piazza della Costituzione, dove compie un paio di giri su se stessa, si allunga su via Aldo Moro, via Stalingrado e via Alfredo Calzoni ed è lunga circa un chilometro e mezzo. Molti i giovanissimi.