Vaccini, Salvini: non costringo nessuno a fare cose controvoglia

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 16 lug. (askanews) - "Io non costringo nessuno a fare qualcosa controvoglia. Posso invitarli ad ascoltare il loro medico. Molti non possono vaccinarsi. Poi se io devo ascoltare alcuni medici che ci stanno raccontando che il vaccino non copre dalle varianti, allora diciamo che se anche i virologi avessero pareri umani, probabilmente questi milioni di italiani che ancora mancano si sarebbero già vaccinati". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini a margine della presentazione del candidato sindaco del centrodestra Luca Bernardo alle elezioni comunali di Milano, replicando a chi gli chiedeva un parere su un eventuale obbligo vaccinale.

"Faccio un appello a tutti gli italiani a mettersi in sicurezza e a informarsi - ha proseguito Salvini - Non faccio il medico. Faccio un appello a tutti perché curino la propria salute. Ci sono decine di milioni di italiani che per fortuna si sono vaccinati. E quindi chiedo tutti di informarsi e di dare retta al loro medico".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli